domenica 20 febbraio 2011

Rame

Adoro questo metallo, mi piace vederlo appeso alle pareti della mia cucina, ha un sapore di antico, di caldo, di...... famiglia.
Non amo però doverlo pulire...... col tempo scurisce, diventa quasi marrone e opaco. Star li con quei puzzolenti prodotti chimici che gli ridanno lucentezza, rovinarsi le mani e tossire in continuazione. Ma amo tutti gli oggetti fatti con questo materiale  e ho diverse pentole sparse sui mobili in cucina. Sono pezzi molto vecchi, che provengono dalla famiglia di mio marito e che hanno visto le abili mani di suo nonno lavorare questo metallo e farne oggetti di uso quotidiano che sono dei piccoli capolavori.
Ieri era uno di quei giorni in cui sono detta..... è giunto il momento di ripulire le pentole in rame...... guardo sotto il mobile dei detersivi e acc...... non ho il detergente specifico.... ed ora??????

Ho pensato un pochino e poi mi sono ricordata di aver letto da qualche parte che si può pulire il rame con sale e aceto. Un po scettica e con la convinzione di dover stare li a strofinare per un bel pezzo ho preparato una ciotolina con una soluzione si sale fino e aceto bianco in parti uguali. Ho inzoppato una spugnetta, ho passato sul fondo di una pentola e...... waooooooo in pochi secondi il rame ha ripreso a brillare, senza dover strofinare molto e ha ridato al rame un colore vivo e brillante......
Certo che i rimedi delle nostre nonne sono molto utili, efficaci e soprattutto...... ecologici