venerdì 21 maggio 2010

Io…… una passione….. mille sogni

E' difficile esprimere tutti i vorrei e tutti i sogni che abbiamo, ma ci proverò.

Creare è uno stato d'animo, un momento, un sogno che si realizza tra le proprie mani. E' come dar voce a tutti i pensieri sperando che altri siano in grado di ascoltare quella voce. E quando si da via una creazione è come dar via un proprio pensiero.

Nelle cose che creo cerco di mettere tutta la mia esperienza creativa, tutto il mio sapere e tutto il mio impegno per far si che il risultato sia dei migliori. Sono molto critica su ciò che faccio e non sempre riesco ad avere quello che voglio. Trovo sempre un difetto che devo migliorare, e non serve che gli altri mi dicano che ho fatto un ottimo lavoro. Sono sempre alla ricerca del miglioramento. Se ho un appagamento morale? Si anche se cerco sempre qualcosa di più profondo. Se avessi un appagamento morale completo penso che avrei finito di dar voce alla mia creatività. Dal lato economico non c'è grande appagamento in questo periodo di crisi. Occorre avere pazienza e farsi conoscere per poter avere un riscontro economico. Il tempo e la pazienza saranno prima o poi premiati in tutti i sensi.

Delle mie creazioni lascio dire agli altri. Io sarei troppo critica con me stessa.

La mia passione nasce dall'esigenza di tirar fuori i miei stati d'animo. Venivo fuori da un periodo di crisi interiore che ha coinvolto sia la sfera affettiva che quella lavorativa. Avevo bisogno di uno spazio tutto mio dove lasciar liberi i miei sogni ed i miei pensieri. Mi è sempre piaciuto avere a che fare con il disegno e fin da ragazzina ho cercato di dare sfogo a questa mia inclinazione liberando la fantasia nei miei disegni a matita, nei volti di donna dall'aria triste che riempivano i miei diari e i miei quaderni di scuola. Peccato che siano andati tutti persi….. La famiglia e il lavoro mi avevano un po tarpato le ali , fino a tre anni fa quando ho deciso che avrei dovuto ritagliarmi un angolino tutto mio dove perdermi tra pensieri e colori. Ed eccomi qui. Dopo un percorso formativo durato un'anno e mezzo ora sono istruttrice di una tecnica pittorica che sta pian piano conquistando sempre più persone. La One Stroke Painting è appunto una tecnica, non importa se si è bravi a disegnare o se non si è mai toccato un pennello prima. Si impara pian piano a creare semplici fiori per arrivare alle composizioni più complesse. Si spazia dalla frutta ai paesaggi con molta semplicità e tanta voglia di colorare i propri momenti di relax.

Di me cosa posso dire. Sono una persona molto semplice, di carattere mite. Non amo mettermi in mostra anche se la mia passione mi porta spesso ad essere al centro dell'attenzione. Ho 48 anni, sono sposata dal 23 anni con Sergio, che mi asseconda in ogni mia passione e mi aiuta in questo mio cammino creativo prendendosi l'onere di fare per me i lavori "pesanti" o accompagnandomi nei miei spostamenti. Ho due figli, Marco che ha 22 anni e studia informatica, e Alessio che di anni ne ha 14 e studio all'alberghiero. Ho sempre lavorato. Da ragazzina mi guadagnavo qualche soldo facendo il doposcuola ai bambini delle elementari. Appena diplomata ho avuto la fortuna di trovare uno studio professionale che mi ha offerto un posto di segretaria e per 26 anni ho seguito questo lavoro con dedizione e impegno. Fino ad arrivare al periodo di crisi che ha provocato la rottura con i datori di lavoro e un periodo di stress dal quale sono venuta fuori pian piano proprio grazie alla mia passione per le creazioni manuali.

Cosa posso dire di più se non che la creatività è stata la mia ancora di salvezza.

Penso di aver scritto troppo…….. ma è difficile far conoscere agli altri un po di se stessi senza parlare tanto.